Come diventare Youtuber nel 2017

Ormai abbiamo familiarizzato con questo termine: Youtuber. I professionisti “del Tubo” sono ormai una delle figure più iconiche del nostro tempo, spesso delle vere e proprie “rockstar” di Internet. Alcuni guadagnano cifre astronomiche, altri sono finiti in televisione o addirittura al cinema. Ma come si diventa uno Youtuber? E, soprattutto, cosa è cambiato nel “settore” rispetto anche solo ad un paio di anni fa? Iniziamo col dire che Youtube è in crescita e sta con ogni probabilità vivendo il suo apogeo nel mare magnum del web (Stories di Instagram permettendo, ma questa è un’altra storia). Per diventare uno Youtuber c’è bisogno intanto di una attrezzatura e da una serie di passaggi “burocratici”, dunque partiamo dal descrivere proprio il kit base per diventare uno Youtuber.

L’attrezzatura è sempre quella: una videocamera oppure addirittura uno smartphone, e – ovviamente – un pc che dovrà essere dotato di un programma per il montaggio video.

Il secondo step consiste nell’aprire dapprima un account Google, poi un altro di Youtube: queste operazioni richiedono giusto l’inserimento di alcuni vostri dati personali e pochi minuti di tempo.

La fase successiva è quella creativa e contenutistica. Dovrete in primo luogo individuare un target, ovvero un pubblico a cui rivolgervi (non vi conviene “strafare” puntando a “tutti”). Prestate attenzione al linguaggio (o Youtube potrebbe “penalizzarvi”). Non perdete mai di vista la qualità del vostro lavoro: la creatività deve essere il primo ingrediente. Promuovete il vostro canale anche grazie alla vostra rete di social networks.

Tenete presente che Youtube è per certi versi “saturo”, ci sono ormai youtuber di ogni tipo: dovete provare a diffrenziarvi, trovare il vostro stile senza scimmiottare nessuno.

E’ molto importante provare a  fidelizzare il pubblico caricando con costanza video. Ricordatevi di non utilizzare mai dei titoli che non rispecchiano il contenuto del vostro video: mai come oggi, l’utente medio (sempre più avvezzo e scafato) odia essere preso in giro in questo senso. Provate a non smettere di divertirvi!